UFFICIALE: La batteria del Samsung Note 7 causa di incendi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Le indagini di Samsung sui vari problemi che hanno portato alcuni Galaxy Note 7 a prendere fuoco sono concluse, la batteria è la ragione principale.

Le voci avevano suggerito che Samsung avesse spinto i fornitori di rispettare le scadenze strette per lanciare sul mercato il Note 7 prima del concorrente iPhone 7, portando alcune batterie a non essere testate correttamente.

Una persona molto vicina al caso ha svelato che Samsung non è riuscita a difendersi dalle accuse durante l’indagine.

La fonte ha detto che i risultati ufficiali sulle indagini saranno resi noti il 23 gennaio, un giorno prima che la società annunci i suoi guadagni del Q4. Si aspetta da parte di Samsung l’annuncio di adottare nuove misure per evitare in futuro problemi simili su altri dispositivi.

Samsung ha emesso un richiamo di tutti i Galaxy Note 7 nel mese di settembre, ed ha permanentemente interrotto la vendita del dispositivo nel mese di ottobre, dopo che alcuni dispositivi sostituiti hanno preso anch’essi fuoco. Samsung ha invitato i clienti a restituire i Note 7 e nel mese di dicembre è stato rilasciato un aggiornamento del software per evitare che i dispositivi vengano messi in carica. Sono stati persino vietati su tutti i voli degli Stati Uniti per precauzione ed anche molte compagnie Italiane hanno vietato l’accesso al dispositivo sui propri voli.

Si dice che all’azienda questo problema sia costato circa 5.2 miliardi di dollari pari a circa 5 miliardi di euro. Samsung deve ora riconquistare la fiducia dei consumatori, a partire dal lancio del suo fiore all’occhiello Galaxy S8 in primavera. Il telefono dovrebbe avere un nuovo display 4k Super AMOLED con un bordo davvero sottile, un pulsante home integrato nel display e un nuovo assistente vocale che si chiamerà “Bixby”.

[Via]

Share.

About Author

Lascia un commento

8 + 18 =