Smartphone del 2018, cosa ci aspetta nei prossimi mesi?

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Ormai siamo agli sgoccioli, sta per arrivare il periodo dell’anno che ogni appassionato di smartphone attende con ansia, quando verranno presentati i nuovi smartphone top di gamma. CES di Las Vegas, su tutti il Mobile World Congress di Barcellona e poi l’IFA di Berlino mostreranno al mondo cosa le case di produzione hanno da proporre in ambito telefonico. Andiamo a vedere quali sono le prime notizie riguardanti i maggiori brand.

 

SAMSUNG

Samsung ha iniziato la sua nuova campagna di vendita con il nuovissimo Galaxy A8(a cui si affianca l’A8 Plus che non vedremo in Italia) che, nonostante il prezzo di lancio scoraggiante di 529 euro, andrà ad imporsi come medio di gamma più ambito. Spostando l’attenzione però verso il top gamma, il futuro Galaxy S9, ormai si conoscono già molti dettagli. Quelli più interessanti per il pubblico come fotocamera, display e memorie sono già presenti nella confezione di vendita: Colpisce il sensore adattivo Super Speed Dual Pixel da 12 Mpx che può passare da f/2.4 a f/1.5 a seconda della scena da immortalare, caratteristica questa che troviamo già nel lussuoso clamshell Galaxy W2018. Il display è invece nel segno della continuità, con la risoluzione QHD+ e la diagonale da 5.8 pollici(5.6 considerandolo smussato agli angoli). Le memorie si mantengono sui 4 GB di RAM e 64 GB di ROM. Non mancano poi impermeabilità, novità importante pure gli speaker stereo di AKG, che andranno ad alzare il livello del prodotto(e forse del prezzo).

HUAWEI

La casa cinese è ben più criptica sulla sua nuova gamma di smartphone, ma già qualcosa sembra smuoversi con le ultime notizie arrivate negli scorsi giorni. Una riguardante il fatto che il sito ufficiale di Huawei abbia piazzato dei placeholders dal nome Huawei P11 e Huawei P12, segno che ci stiamo avvicinando al momento della presentazione. Altra indicazione senza dubbio sembra darla il noto leaker Evan Blass, che suppone che la gamma resterà intitolata P11 e non P20, come si era pensato precedentemente. Per quanto riguarda le caratteristiche si sa davvero poco, solo che il comparto fotografico sarà eccellente per la categoria.

MOTOROLA

Il brand alato al CES ha presentato nuovi Mods per la sua gamma Moto Z, che nel segno della continuità ha indicato come compatibili anche con il prossimo Moto Z3. I Mods presentati sono un’ottima tastiera QWERTY coadiuvata da Livermorium, che rende lo smartphone ancora più comodo da utilizzare per uso business. Presentato poi il Lenovo Vital Mod, che con la pressione del dito permetterà di conoscere lo stato delle proprie funzioni vitali, ma sarà piuttosto costoso.

LG

LG è in una grossa fare di transizione. Sebbene i rumors su LG G7 siano sempre più presenti, la casa sudcoreana ha stabilito che la continuity annuale di presentazione smartphone verrà abolita. Un risvolto sicuramente particolare, viste le esigenze di mercato, ma che potrebbe portare ad un’innovativa mossa di miglioramento dei dispositivi di un brand che deve rilanciarsi ora più che mai. Tornando al G7, ciò che si sa ad oggi è che, a parte il display Full Vision, dovrebbe montare 6 GB di RAM, Snapdragon 845(vero mostro hardware dell’anno) e ben 4 fotocamere tra retro e fronte.

SONY

I giapponesi aggiustano il tiro della loro fascia media e bassa. Sono stati presentati infatti i nuovi Xperia XA2 e XA2 Ultra, che vantano finalmente un hardware degno di nota, con l’ottimo Snapdragon 630 e si vedono finalmente le cornici ridotte, ma non ancora il 18:9. Fotocamere di tutto rispetto, batteria finalmente capientissima e ottime memorie lasciano presagire una gamma media di qualità. Piccola menzione per il nuovo Xperia L2, che per la fascia bassa prova a proporsi con un buon display e tanta batteria, ma il dubbio resta per quanto riguarda il processore che ormai è vecchiotto(Mediatek 6737T). Per i top gamma bisognerà aspettare IFA a Berlino, ma lo XZ2 Compact è presente già nei benchmark.

APPLE

Menzione finale per la casa di Cupertino. L’azienda, come è noto, presenta i suoi smartphone una volta all’anno, ma non è detto che non possa soprenderci con mosse in stile iPhone SE. Solo che l’attenzione si sposta su iPhone X, che potrebbe vedere una sua versione “allungata” con un display da 6.5″, insomma un mezzo tablet.

 

I prossimi mesi saranno quindi di grande fermento, e non ci resta che attendere le maggiori fiere specializzate.

Share.

About Author

Lascia un commento

dieci + tre =