Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge preview

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Samsung ha deciso di fare le cose in grande anche quest’anno. Se il Galaxy S6 ed il Galaxy S6 Edge si erano ben imposti sul mercato, e tra l’altro sono ancora molto venduti, i nuovi dispositivi presentati al Mobile World Congress potrebbero rappresentare il boom di vendite per la casa sudcoreana. Anche quest’anno le varianti sono due, ma rispetto ai modelli precedenti, le differenze sono più nette, andiamo a scoprirle insieme nel dettaglio:

  • CONTENUTO DELLA CONFEZIONE.

Molto completa e non potrebbe essere altrimenti la confezione di Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge. Vi troviamo infatti le ottime cuffie in-ear già presenti con S6, S6 Edge(variante normale e Plus) e Note 5, il caricabatterie con modulo di ricarica rapida, il cavo dati USB/Micro-USB, l’estrattore per il carrellino SIM/Micro SD, e la novità di Samsung, il connettore USB che servirà a collegare sia le chiavette USB e sia altri smartphone per ricaricarli. Non manca comunque la manualistica che spiega come funziona tutto il contenuto.

  • DESIGN, MATERIALI E DIMENSIONI.

Essendo una preview possiamo dire poco sul touch & feel, ma possiamo dire che il lavoro di design di Samsung è stato veramente ottimo. L’occhio meno attento dirà che il dispositivo Galaxy S7 è simile, se non uguale al suo predecessore, ma questo è vero in parte. Infatti, Samsung ha migliorato l’ergonomia dei due modelli andandoli a dotare di display leggermente bombatini (sì, anche l’S7 Edge), ed in più sulla parte posteriore mette delle curve in stile Note 5, che hanno effettivamente agevolato la presa, in più la fotocamera è stata decisamente ridotta e non risulta più così sporgente, ma solo in modo lieve. I materiali restano gli ottimi vetro e alluminio che rendono il dispositivo bellissimo. Per le dimensioni ci sono le prime differenze, dato che se il Galaxy S7 Flat ha i suoi 142.4 x 69.6 x 7.9 mm, il fratello Edge sarà composto dalle misure 150.9 x 72.6 x 7.7 mm, essendo quindi più lungo e più sottile, ma anche più leggero con i suoi 152 grammi contro i 157 del Flat. Piccolezze, ma ci sono. Entrambi i dispositivi sono impermeabili e resistenti alla polvere.

  • I TASTI, LED DI NOTIFICA, ALTOPARLANTE.

I tasti sono posti in pieno stile Samsung, con il tasto home in basso sul davanti ed ai lati il bilanciere del volume ed il tasto d’accensione/spegnimento. Non manca il LED di notifica. L’altoparlante è posto in basso per non coprire il suono.

  • DISPLAY.

Montano entrambi un 2K, ma la differenza anche in questo caso c’è. Infatti, il Flat monta un display da 5,1″ pollici e con una densità di 577 ppi, mentre la versione Edge è dotato di un display da 5,5″ pollici con densità di 534 ppi. Non cambia molto la resa, sono due display ottimi. La chicca di quest’anno è sicuramente l’Always On, che permette di avere il display sempre acceso in schermata nera e per visualizzare le notifiche anche quando si è posto il blocco schermo. Ovviamente il display dell’Edge permetterà funzioni multiple comode per l’utente.

  • COMPONENTISTICA HARDWARE E LE MEMORIE.

Il lavoro di Samsung con i suoi processori è decisamente da apprezzare. Se l’ Exynos 7420 dell’anno passato ha sbaragliato la concorrenza che tra l’altro si è fatta male da sola, quest’anno con il processore Exynos 8890 Octa-Core a 14 nanometri con un processore Quad-Core da 2,3 GHz ed uno sempre Quad da 1,6 GHz, i due S7 potrebbero imporsi di nuovo tra i competitor in quanto a potenza. Infatti, Samsung parla di un aumento del 30% delle prestazioni della CPU rispetto agli S6 ed una GPU clamorosamente superiore del 64% rispetto al predecessore con la nuova Mali T-880MP14. Le memorie sono ben implementate, e sono da 32 GB di base per entrambi i modelli per quanto riguarda quella ROM, mentre saranno entrambe da 4GB le memorie RAM. Come già annunciato saranno espandibili fino a 200 GB. Piccolo appunto, per la versione nordamericana i Galaxy S7 monteranno un processore Snapdragon 820 Qua-Core.

  • SOFTWARE.

I due nuovi Samsung hanno caricata l’ultima versione di Android Marshmallow, quindi la 6.0.1, unito alla nuova Touchwiz che va a migliorare leggermente quella precedente. Implementata la tecnologia Samsung Pay, per ora solo negli States.

  • USO DELLE APP ED I GIOCHI.

La vera novità la troviamo nel gaming. Samsung stupisce implementando una tecnologia dedicata proprio ai videogiocatori e crea il Gaming Launcher, un HUB dove porre i propri games senza eccessivi consumi, in più si potrà sfruttare il menù in-game per gestire la propria esperienza di gioco, ottimo lavoro, considerando anche l’aggiunta di Vulkan per le API installate.

  • MULTIMEDIA.

Affinamento. Questa è la parola che ci viene in mente guardando il comparto fotografico dei due Galaxy S7. Infatti, la fotocamera posteriore ha avuto una riduzione di pixel rispetto agli S6, ma questo non vuol dire che la qualità sia calata, anzi. La fotocamera da 12 Mpx è fatta girare dalla tecnologia Dual Pixel, che permetterà una raccolta più fulminea e completa dell’ambiente circostante. La fotocamera anteriore è da 5 Mpx ma sembra migliore della precedente.

  • BATTERIA.

Qui c’è un’altra differenza tra i due dispositivi. Il Flat monterà una 3000 mAh, mentre l’Edge monterà una 3600 mAh, in futuro capiremo quanto dureranno nel quotidiano. Piccolo appunto sul consumo Always On, che consumerà solo lo 0,8% all’ora della batteria.

  • PRIME CONCLUSIONI.

A 729 ed 829 Euro, i due dispositivi si pongono ovviamente nella fascia altissima del mercato, ma la qualità costa e si è visto. I due nuovi flagship Samsung vogliono stupire e per ora sembrano riuscirci, con la speranza che alla recensione vera e propria non deludano, ma non ci aspettiamo un esito negativo.

Share.

About Author

Lascia un commento

15 − undici =