Perché il Notch dà fastidio agli utenti Android?

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Con l’arrivo delle “nuove”(spiegheremo le virgolette più tardi) proposte dei vari brand, sono emerse le prime certezze: la conferma dei 18:9 e la presenza del Notch. L’espediente hardware per piazzare sensori e fotocamera in uno schermo appunto dai 18:9 in su, introdotto da Apple ed Essential per i loro smartphone di punta, iPhone X ed Essential Phone 1, è arrivato anche in brand come Huawei, ASUS e brand poco importati in Europa come VIVO e Oppo(il che pone in automatico che anche OnePlus adotterà questa scelta). Questa situazione, ha fatto storcere non poco il naso agli utenti Android. Ma perché?

Huawei_P20_Pro_Notch_Mvtechno

Una delle cose che ha spinto gli utenti Android a protestare è sicuramente il fatto che il mercato smartphone sia condizionato dalle scelte hardware di Apple, e quindi va a tacciare le aziende che supportano il robottino verde di poca, pochissima originalità. Un altro fattore può essere quello puramente estetico, dato che il Notch porta qualcosa in effettivo rilievo nel display, ma quanto a questo, si va nel soggettivo, e le aziende che l’hanno adottato hanno promesso che ci sarà un’implementazione software per rimuovero elettronicamente, provando ad accontentare tutti.

Asus_Zenfone_5z_Notch_Mvtechno

Eppure, in questa corsa al design, si è persa di vista la cosa più importante per un utente: lo sviluppo software. Diverso tempo infatti è passato da quando c’è stata l’ultima innovazione software seriamente importante, e questo rende gli smartphone spesso anonimi e non in grado di soddisfare pienamente l’utenza generale.

Quale sarebbe quindi l’idea da portare avanti per poter migliorare il mercato? Creare continuità. Una continuità su un proprio stile, un proprio modo di fare software che rende appunto il prodotto inconfondibile, e a questo da anni puntano Apple e Samsung, guarda caso le prime due aziende del mercato.

Speriamo che il 2019 ci regali quindi qualcosa di davvero originale.

Share.

About Author

Lascia un commento

dieci − due =