Mobile World Congress, giorno 1 – Il riassunto

Google+PinterestLinkedInTumblr+

Inizia ufficialmente in data 21 Febbraio il Mobile World Congress di Barcellona, quello che insieme all’IFA di Berlino è l’evento più importante per gli amanti del mondo “portatile”. Infatti, in questo congresso che ogni anno raccoglie dentro di sé migliaia di persone, vengono presentati i flagship delle varie case produttrici, che essi siano smartphone, accessori, tablet o notebook. E quest’anno a non deludere le aspettative ci pensano i sudcoreani LG e Samsung, che nella prima giornata anticipano tutti e mostrano al Mondo i due nuovi top di gamma: LG G5 e Galaxy S7. Ecco i dettagli:

  • LG G5.

LG G5 si presenta come una rivoluzione di design, materiali e modalità per la casa sudcoreana, che dopo G4 vuole prendersi ancora più mercato. Il G5 si presenta con un corpo totalmente in alluminio, con un display 5,3″ di risoluzione 2K a ben 554 ppi. Il processore è il nuovissimo Snapdragon 820 Quad-Core, un Dual da 2,15 GHz ed un altro Dual da 1,6 GHz, la GPU invece è la Adreno 530. Il comparto memoria è davvero molto interessante, con una RAM da 4 GB LPDDR4, quindi decisamente veloce, e 32 GB UFS espandibili fino a ben 2 TB. Il comparto Mobile_G5_Mvtechnofotocamera, dopo il design in alluminio, è un’altra novità per LG, che si presenta con ben due fotocamere posteriori da 8 e da 16 Mpx che serviranno per avere un angolo di visuale più ampio per gli scatti, dato che quella da 8 ha un grandangolo da 135°, mentre quella da 16 ne ha uno da 85°. Quella anteriore invece sarà da ben 8 Mpx, e conoscendo le qualità fotografiche di LG, sarà decisamente interessante. La connettività è al suo massimo con un LTE che può arrivare a 600 Mbps in download, e 150 Mbps in upload. Inoltre Wi-Fi e Bluetooth avranno le ultime connettività disponibili. Non mancheranno sensore di impronta digitale e display Always-On, che consumerà solo lo 0,8% di batteria all’ora. La novità per eccellenza però, sta nella batteria, o meglio, nel suo vano. Di per sé la batteria è una 2800 mAh con tecnologia Low Power Local Estimation, ma il vano sarà l’elemento fondamentale del prodotto. Infatti, LG ha reso la batteria modulare, in quanto sarà possibile aggiungere in modo intercambiabile un modulo fotocamera ed un modulo per il miglioramento dell’audio. Il tutto gira con l’ultima versione Android 6.0.1. Insomma, LG le pensa tutte per stupire e sembra ci sia riuscita, rinunciando magari ad un po’ di eleganza e puntando sulla completezza.

  • SAMSUNG GALAXY S7.

Veniamo ora all’altro mostro sacro della categoria, Samsung. Samsung, a differenza di LG, non ha voluto stravolgere la propria linea di smartphone di fascia alta, segno che si vuole creare un determinato modello di prodotti da iconizzare in stile Apple. Andando a vedere il design, infatti, c’è ben poca differenza con l’ S6 uscito l’anno scorso, ma il nuovo dispositivo è sicuramente più completo del precedente. Il corpo dello smartphone rimane in vetro e alluminio, la batteria non sarà removibile, ma c’è finalmente lo slot per l’espansione di memoria, tanto richiesto dagli utenti. Il Galaxy S7 inoltre è impermeabile, ed avrà il sensore di impronte digitali, oltre allo schermo Always On. Quest’anno, però, si vedrà una differenziazione tra i due modelli, cioè Flat ed Edge. Il primo ha un display 2K da 5,1″ pollici, mentre l’altro sarà di 5,5″. L’altra differenza è quella della batteria, il Flat monterà una 3000 mAh, mentre l’Edge una da 3600 mAh, e promettono di coprire l’intera giornata. Samsung poi ha pensato anche ai diversi mercati,Mobile_S7_Mvtechno andando a porre sui suoi device ben due tipi di processori, l’Exynos 8890 Octa-Core e lo Snapdragon 820, ma quest’ultimo sarà montato solo sui dispositivi venduti negli Stati Uniti. Non mancano le memorie da 4 e 32 GB come già accennato espandibili fino a 200 GB. Per quanto riguarda la fotocamera si avrà una 12 Mpx posteriore ed una 5 Mpx. I numeri più bassi non devono trarre in inganno, perché il ridimensionamento dei Megapixel non si traduce in un peggioramento delle fotografie, ma anzi un miglioramento grazie alla tecnologia Dual Pixel e l’apertura focale a f/1,7 per entrambi i sensori, che permetteranno luminosità e definizioni mai viste. L’implementazione software invece sarà quella di Marshmallow, in più Samsung dà una svolta al gaming introducendo Game Launcher, un mini launcher che permetterà all’utente di gestire la propria esperienza gaming. Introdotta anche la libreria Vulkan per le API. Il servizio Samsung Pay è implementato, ma per l’Europa non è ancora arrivato. Che dire, Samsung ha deciso di fare le cose per bene ed in grande, dimostrandosi attenta alle esigenze degli utenti che la scelgono da sempre.

  • ALCATEL IDOL 4.

La sorpresa di giornata però, la fa Alcatel presentando i nuovi Alcatel Idol 4 ed Alcatel Idol S. I dispositivi presentati sono davvero costruiti bene, e sono anche molto eleganti. La loro implementazione comprende per il primo un display da 5,2″ pollici Full HD ed un processore Snapdragon 617 Octa-Core con 2 GB di RAM e presumibilmente 16 GB di memoria espandibile. La batteria è di 2610 mAh. Il fratello più grande, invece, comprende un display da 5,5″ pollici QHD Amoled, una RAM presumibilmente da 3 GB e 32 GB di memoria espandibile, oltre ad una batteria più capiente da 3000 mAh, il tutto gira con un processore Snapdragon 657. Per le fotocamere, il primo monta due Mobile_Idol4_Mvtechnosensori da 13 ed 8 Mpx, mentre il phablet monta due sensori da 16 ed 8 Mpx, entrambi equipaggiati da flash LED. Le novità non finiscono però perché viene implementata la tecnologia audio già anticipata dall’ottimo Idol 3, e questa volta comprenderà ben 4 speaker simmetrici, che permetteranno probabilmente di parlare sia sul davanti che sul retro dello smartphone. Il phablet infine è adattato per la realtà virtuale. Alcatel quindi decide di rimettersi sul mercato cercando di conquistare una fetta di clienti con due dispositivi interessantissimi, vedremo se nei prossimi mesi riuscirà nel suo intento.

Share.

About Author

Leave A Reply

15 − 7 =