Honor 7X arriva in Italia, riuscirà a replicare il successo del 6X?

Google+PinterestLinkedInTumblr+

Il format 18:9 arriva finalmente anche al cugino di Huawei, Honor. Sì, perché l’azienda di Shenzhen metterà a breve in commercio il successore del noto e vendutissimo Honor 6X, ovvero Honor 7X. Device, quello progettato da Honor, capace di coniugare fascia media ed esigenze top. Insomma, uno smartphone quasi per tutti.

Le Caratteristiche Hardware

Le caratteristiche del nuovo Honor 7X sono piuttosto invitanti per chi cerca un buon rapporto qualità/prezzo. Esso infatti, oltre al display borderless 5,93″ in risoluzione FHD+(2160×1080 px), monta l’apprezzato processore HiSilicon Kirin 659, octa-core da 2.3 GHz, il tutto accompagnato da una Mali T830 MP2. Il comparto memorie risponde alle esigenze un po’ di tutti, considerando che vi si trovano all’interno ben 4 GB di RAM e 64 GB di memoria ROM espandibile fino a 256 GB. L’autonomia dovrebbe non rappresentare un problema per gli utenti visto che sarà di una capienza pari a 3340 mAh.

Honor_7X_Color_Mvtechno

Comparto Fotografico

Non mancano nell’Honor 7X la doppia fotocamera, che stando a quanto presentato dall’azienda, mira all’effetto bokeh, con due moduli uno da 16 Mpx ed uno da 2 Mpx, volto a dare profondità al campo variabile. Una ormai standard 8 Mpx la troviamo frontalmente, sostanzialmente sembra sufficiente per i selfie da social.

Honor_7X_Blue_Mvtechno

Software Non Aggiornatissimo

L’ Honor 7X, se da un lato si mostra come un dispositivo dall’hardware modello, resta un po’ indietro sulle versioni software che troviamo sopra. Infatti, la versione di Android installatavi è la Nougat 7.1, che con Oreo ormai stabilmente uscito, inizia a diventare un po’ vecchina. Di questo ne risente anche la EMUI, che è ferma alla versione 5.1;

Prezzo e Concorrenza

Il punto cruciale su cui discutere è sicuramente il prezzo e la fascia in cui si colloca. Verrà venduto in Italia dal 5 dicembre al prezzo di 299 euro, sicuramente non un prezzo esagerato, che negli standard Honor tenderà a scendere in pochi mesi. Esso si piazza sicuramente in concorrenza con altri borderless medi come LG Q6 ed il cugino Huawei Mate 10 Lite, molto simile a quest’ultimo ma più costoso. Almeno questo è il panorama fino ai primi mesi del 2018, quando dovrà fare i conti con i borderless della Serie A di Samsung, che inizialmente soffriranno il prezzo ben più alto. Honor quindi spera che il loro primo 18:9 venda come fece appunto il suo predecessore Honor 6X, premiato dagli utenti per la sua usabilità.

Non ci resta quindi che attendere l’uscita di questo dispositivo e raccogliere i primi pareri di chi lo acquisterà.

Share.

About Author

Leave A Reply

diciassette − 4 =